logo-mini

bio

Nato a Bari il 16 febbraio 1975, dopo aver fatto parecchi anni in Viaggi del Ventaglio Valtour e Dass Vacanze cone Capo Villaggio si trasferisce a Roma frequenta l’Accademia di recitazione di Gigi Proietti presso il Teatro In portico. Segue successivamente un seminario di Formazione del metodo Orazio Costa tenuto da Marcello Prayer, braccio destro del maestro. Per ampliare la sua formazione, si trasferisce per un breve periodo a Los Angeles per frequentare presso gli Universal Studios l’Academy Studios, dove segue un corso di maneggio di armi da fuoco, un corso di guida sicura cinematografica e un corso di preparazione sul personaggio.

Attore poliedrico ed intelligente, Fabrizio unisce le sue capacità recitative a quelle canore grazie ad una voce decisamente armonica. Grazie alla sua duttilità ha interpretato nel corso della carriera molteplici personaggi, passando dai ruoli brillanti e umoristici a quelli drammatici e spietati. Già interprete di numerose fiction di successo come:

Boris 3, regia di D. Marengo;

La squadra;

Buttafuori, regia di M. Ciarrapico;

Il capitano, regia di V. Sindoni;

Nebbie e delitti, regia di G.Capitani;

Città criminali

La banda della Uno bianca, regia di M. Iannelli;

Distretto di polizia 7, regia di A. Capone;

Raccontami 2, regia di G. Capitani;

Il falco e la colomba, regia Giorgio Serafini;

Io e mamma, regia di A. Barbini;

RIS 6, regia di Fabio Tagliavia.

Tutti pazzi per amore 3 – regia Laura Muscardin

Servizio Pubblico di Santoro Giampaolo Tarantini


Al cinema, Fabrizio è stato coprotagonista di numerose pellicole tra cui:

Codice Swordfish di Dominic Sena (2001), accanto a John Travolta e Hugh Jackman,

Balletto di guerra di Mario Rellini;

Nicola spinto dal vento di Vito Jus;

Honeymoons di Goran Paskalievic (2009), presentatoalla 66 Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica;

Veruska di Piergiorgio Camilli (2010).

Se sei così ti dico si regia di E.Cappuccio (2011)

Pane e Burlesque di Manuela Tempesta (2014).

Non si ruba a casa dei ladri regia di Carlo Vanzina (2016)


Cortometraggi:

“alcuni buoni motivi per cui non bisognerebbe mai cercare di fare gli attori”(F.Buompastore)

“innumerevoli ombre” DIviesto


In teatro con:

Abecedario di Andrea Camilleri adattamento di (Fabrizio Buompastore)

Uno spettacolo che racconta l’Italia attraverso alcune letture del maestro interpretate dall’attore unite a delle canzoni che hanno attraversato un trentennio intrpretate dallo stesso e accompagnate dall’ orchestra di Roma

“Il Calapranzi” Di Pinter

“Andy e Norman” di Nell Simon

“Skup” di Marco Funaro

“Marcello è tornado” di Fabrizio Buompastore


Regia

Per 5 anni ha avuto la direzione artistica del globe theatre di Roma fuori dalla stagione di prosa
riadattando le opera di W. Shakespeare in chiave dialettale romanesca pugliese e napoletana.Un riadattamento su tutti viene ricordato allestito ai musei Capitolini in collaborazione con Zetema progetto Cultura di Giulio Cesare “Giulio Cesare Superstar”


Sceneggiatura

Film “Liberi Tutti “ (in preparazione) Riconoscimenti Durante la 66 mostra si Venezia riceve un riconoscimento per “Honeymoon”

fabrizio buompastore
nonsiruba_a_casa_dei_ladri-717x1024
se_sei_cosi_ti_dico_si_xlg
locandina
tutti_pazzi_per_amore
risroma2
medeni-mesec-honeymoons-year-2009-director-goran-paskaljevic-movie-bk67gg
locandina_una-diecimilalire
3026342-1